Defensor sconfitta anche in gara due
Scritto da Administrator   
Giovedì 03 Maggio 2012 14:03

Defensor Viterbo – Carpedil Battipaglia – 46 – 48

Defensor: Seralessandri ne, Boi 5 (2/7,0/2), Yordanova 8 (3/4,0/1), Romagnoli 9 (3/4,1/2), Scoscia, Richter 6 (1/6,1/3), Narcisi 3 (1/5 da tre), Serafini (0/2), Scimitani 8 (3/8), Spirito 7 (3/5,0/1). All. Scaramuccia

Carpedil: Pantani, Isacchi (0/1), Bona 8 (3/5), Potolicchio 8 (0/2,2/3), D’alie 16 (7/12,0/2), Ribezzo 4 (2/7,0/1), Fereoli ne, Trotta ne, Ardito 8 (4/11), Guida 4 (2/3). All. Salineri

Arbitri: Giummarra di Ragusa e Guida di Trapani

Note: Tiri liberi Defensor 7/14, Carpedil 6/8. Rimbalzi Defensor 36 (Scimitani 9), Carpedil 29 (Ribezzo 8). Parziali 10’ (11-16), 20’ (18-28), 30’ (34-38). Uscita per 5 falli Bona (Carpedil)

 

 

Si spengono in volata le speranze della Defensor di trascinare la Carpedil a gara tre della serie playout; le gialloblù, ancora una volta tradite dalle percentuali al tiro, collezionano infatti la quarta sconfitta in altrettanti match stagionali contro il team di Salineri ed ora attendono l’esito della serie playout contro Pomezia e Siena per capire chi dovranno affrontare nel turno decisivo, con il fattore campo sfavorevole e la necessità di tornare a fare risultato per guadagnarsi la permanenza nel campionato di serie A2 nazionale.

Una partita combattutissima ma condizionata per la Defensor dal problema muscolare accusato da Roksana Yordanova durante il riscaldamento; la giocatrice bulgara è stata sottoposta a massaggi e trattamenti a bordo campo ed è poi entrata nel corso del match, stringendo i denti pur accusando un notevole fastidio.

La squadra ha reagito abbastanza bene nella prima frazione, rimanendo a contatto con le avversarie, poi però nel secondo periodo c’è stato l’allungo delle ospiti, trascinate dalla straniera D’alie, difficilissima da contenere per una Defensor alle prese anche con problemi di falli. Il gruppo di coach Scaramuccia non si è però abbattuto, anzi è rientrato sul parquet dopo la pausa lunga ben deciso a tentare il tutto per tutto con l’intenzione di guadagnarsi la ‘bella’. Con intensità difensiva e maggiore fluidità in attacco, la squadra viterbese è rientrata in partita ed ha ridotto il divario a soli quattro punti con dieci minuti da giocare.

La sfida è andata avanti sul filo dell’equilibrio fino alle fasi decisive: con la Carpedil avanti 46-44 a 21” dalla fine, Viterbo ha attaccato e trovato il canestro del pareggio grazie a Boi, lasciando però 10” sul cronometro per le ospiti. La squadra viterbese aveva ancora un fallo da spendere prima di esaurire il bonus ma D’alie è stata più abile della difesa ed ha piazzato il canestro del 46-48 a meno di quattro secondi dalla sirena. L’ultimo tentativo delle ragazze di casa non ha avuto identica fortuna e così è arrivata una sconfitta di misura che costringerà la Defensor a giocarsi la salvezza nell’ultima serie playoff.

“Abbiamo perso ma questa volta abbiamo giocato la nostra partita – commenta Scaramucciae la squadra è stata brava a reagire anche all’infortunio di Yordanova durante il riscaldamento che avrebbe potuto condizionarci. Nel finale avevo chiesto di fare fallo lasciando pochi secondi sul cronometro, così avremmo potuto arrivare almeno al supplementare, ma purtroppo non ci siamo riusciti e D’alie ci ha punito. Avevo chiesto alla squadra un segnale ed è arrivato, ora pensiamo a recuperare Yordanova e giochiamo l’ultima serie per centrare la salvezza”.

 

Sponsor

Main Sponsor


Sponsor