La Storia Della Società

 

Per comprendere a fondo il brand “Ants”, cui fanno capo le due società A.S.D. Tuscia Basket Ants e A.D. Pallacanestro Ants, è di fondamentale importanza fare qualche passo indietro nel tempo per ripercorrere gli eventi che hanno portato alla realtà odierna.

Viterbo, nel 1995, dopo aver raggiunto i vertici in Italia ed in Europa con la finale di Coppa Ronchetti e la finale scudetto, rischiava di non avere più la pallacanestro femminile a causa della scomparsa della SISV Basket. Per scongiurare questo pericolo, venti anni fa, Francesca Pia Meloni e Carlo Scaramuccia, sicuramente “addetti ai lavori” ma soprattutto appassionati, hanno raccolto il testimone e fondato la Pallacanestro Virtus Viterbo. Con un gruppo di valide giovani della città, la società ha iniziato a ricostruire una realtà vivace e vitale che ha consentito di praticare lo sport in modo sano a tante ragazze che amano questa disciplina ed attraverso la pratica sportiva hanno imparato a conoscere, apprezzare e rispettare i valori che lo sport esalta.

Dal 1995 al 2002 la Pallacanestro Virtus ha raccolto molti allori passando dalla serie C alla A1, incrementando il numero degli iscritti, partecipando a tutti i campionati giovanili con l’accesso diverse finali nazionali.

A questo punto, in ragione della dimensione raggiunta, si affaccia l’esigenza di creare un’altra società che consenta alle tante atlete che lasciano il settore giovanile per sopraggiunti limiti di età e che non sono pronte a prendere parte al campionato di A1, di disputare un campionato seniores di categoria inferiore, nasce l’A. D. Pallacanestro Ants.

La stagione 2002/2003 si presenta perciò con la Virtus che disputa il primo campionato nella massima serie della sua storia e la Ants che partecipa alla serie B e si occupa di tutto il settore giovanile prendendo parte a tutti i campionati delle varie categorie.

Per alcune stagioni i gravosi impegni che la massima serie comporta distolgono attenzione e risorse dalle esigenze di tutte le altre componenti societarie, in particolar modo da quelle dell’attività giovanile, ritenute da alcuni di minore importanza.

Le alterne vicende che accompagnano questo periodo pongono una serie di interrogativi, fino a quando i soci fondatori decidono di riappropriarsi dello spirito e delle idee che avevano dato il via all’avventura nel 1995 rivolgendo l’attenzione anche a chi, meno fortunato, può trovare nello sport uno strumento di crescita psicofisica.

Al termine della stagione 2009/2010, ottenuta la salvezza e la permanenza in A2, la dirigenza opera una profonda ristrutturazione per rilanciare la pallacanestro femminile nella provincia.

Il primo passo è stato il logo “ants” per sottolineare lo spirito tipico delle “formiche”: operosità, collaborazione, organizzazione; poi il legame con il territorio trasformando la denominazione della squadra senior da “Pallacanestro Virtus” a “Tuscia Basket Ants”

Parte da qui la nuova sfida:

  • dalla pallacanestro come esperienza umana e sociale;
  • dalla collaborazione con organizzazioni umanitarie, che già in passato ha consentito di essere vicini, ad esempio, all’ospedale pediatrico di Kimbondo, attraverso raccolte fondi in occasione di varie manifestazione per giovani atleti;
  • dal contributo di idee e di impegno di chi vuole condividere tutto questo.

E i risultati? E le vittorie? Sono certamente importanti, e non sono sottovalutati, vi è la consapevolezza dell’importanza che riveste un buon risultato sullo spirito, sulla voglia di continuare e sacrificarsi, ed anche sull’immagine di chi sostiene economicamente l’attività (sponsor), ma sappiamo anche che un buon risultato non è solo quello conseguito sul campo, per il quale non saremo più disposti ad abdicare alle nostre idee, ma è anche quello di migliorare la vita di qualcuno meno fortunato, di regalare un piccolo sorriso ad un bambino anche attraverso lo sport.

Questa brevemente la storia del gruppo “Ants” che pensiamo e speriamo di arricchire ogni anno con quanto di bello lo sport ci saprà offrire e noi saremo capaci di cogliere.

 

 

Sponsor

Main Sponsor


Sponsor