La Belli 1967 torna al successo contro Virtus Cagliari
Scritto da Administrator   
Domenica 08 Dicembre 2019 15:32

Belli 1967 Landscape Viterbo – Virtus Surgical Cagliari – 60 – 57

Belli 1967: Martin 3 (0/2,1/3), Grimaldi 10 (5/8,0/4), Bevolo 2 (1/3), Veinberga 14 (1/4,4/7), Gasbarri 2 (1/1), Boccalato 4 (1/3,0/1), Patanè 4 (1/6,0/1), Cirotti ne, Cutrupi 17 (6/10), Pasquali, Spirito 4 (1/7), Stoichkova (0/1 da tre). All. Scaramuccia

Virtus Cagliari: Pisano, Georgieva 14 (5/13,0/2), Boneva 1 (0/3), Zolfanelli 10 (3/6,0/3), Pala 1 (0/1 da tre), Guilavogui (0/1), Brunetti 26 (9/16), Podda (0/2,0/1), Pilleri (0/1), Pellegrini Bettoli 5 (1/10,1/2). All. Ferazzoli

Arbitri: Marco Palazzo di Campobasso e Vincenzo Di Martino di S.Maria la Carità (NA)

Note: Tiri liberi Belli 1967 Landscape 11/22, Virtus 18/27. Rimbalzi Belli 1967 Landscape 47 (Cutrupi 14), Virtus 39 (Brunetti 14). Parziali primo quarto 23-20, secondo quarto 35-32, terzo quarto 46-43. Uscite per 5 falli Spirito (Belli 1967), Guilavogui (Virtus), Podda (Virtus)

 

 

Dopo quaranta minuti combattutissimi la Belli 1967 torna al successo superando sul parquet di casa la Virtus Cagliari, conquistando due punti molto pesanti per migliorare la propria classifica e ritrovare fiducia e convinzione.

Senza Cirotti, in panchina solo per onor di firma, coach Scaramuccia si affida ad un quintetto consolidato con Spirito, Stoichkova, Grimaldi, Veinberga e Patanè, con in panchina l’ultima arrivata Adriana Cutrupi. La partita è subito gradevole, con molti canestri da ambo le parti: le ospiti si affidano a Georgieva ma soprattutto alla scatenata Brunetti, dominante sotto i tabelloni.

La battaglia in area pitturata torna a sorridere alla Belli 1967 quando entra Cutrupi che segna canestri pesanti e cattura immediatamente rimbalzi sia in attacco che in difesa. La mira dalla lunghissima distanza di Veinberga e la difesa nei due quarti centrali tengono sempre avanti le gialloblù, incapaci però di scappare complici anche i troppi errori dalla lunetta.

Cagliari, anche lei alle prese con assenze importanti come quella di Favento, non molla mai e rimane agganciata al match con Brunetti e Georgieva che resta in campo 40 minuti filati senza mai riposare. Nel finale le gialloblù viterbesi sembrano in grado di gestire qualche punto di margine ma un paio di palloni persi banalmente regalano ulteriore speranza alla Virtus che torna ad un solo possesso di distanza. Il finale è concitato ma la Belli 1967 resiste e porta a casa due punti d’oro per l’obiettivo permanenza in serie A2. Il prossimo turno di campionato vedrà le ragazze di coach Scaramuccia di scena in trasferta contro l’altra formazione di Cagliari, il Cus guidato in panchina da Federico Xaxa e in campo dalla ex Arianna Puggioni, reduce dalla vittoria nel derby contro San Salvatore Selargius e protagonista di un campionato di vertice con sette vittorie nelle dieci gare disputate.

 

Sponsor

Main Sponsor


Sponsor